Tagliolini al nero di seppia con ragù di pesce spada

Tagliolini al nero di seppia con ragù di pesce spada

:: Ricetta pasta -Tagliolini al nero di seppia con ragù di pesce spada

Ricetta pasta:  TAGLIOLINI AL NERO DI SEPPIA CON RAGU’ DI PESCE SPADA

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta fresca al nero di seppia:
1 KG di semola di grano duro rimacinata
4/5   uova  intere di qualità “pasta gialla”
6    grammi di nero di seppia 
acqua a temperatura d’ambiente q.b.
** il liquido, composto da uova, il nero di seppia e acqua -  deve raggiungere in totale 350 ml
 
Per il ragù
400 grammi di pesce spada
2      cucchiai di passata di pomodoro
1      ciuffo di  prezzemolo
1      spicchio d’aglio
1       bicchierino di vino bianco secco
sale, pepe
polio d’oliva extra vergine

Per questa deliziosa ricetta,  ci serve  prima di tutto un ottima pasta fresca al nero di seppia, che farà sicuramente la differenza. Noi prepareremo i tagliolini trafilati a bronzo con la macchina per pasta fresca VICENTIA Mod. MA30 Karina,  consigliata per uso casalingo. Utilizzeremo 1 KG di farina di semola di grano duro rimacinata e 4/5 uova di qualità “pasta gialla”. Per 4 porzioni abbondanti ci basteranno 450 grammi, la pasta fresca rimanente potremo: congelare, conservare in frigorifero per 4 / 5 gg mantenendola fresca  o lasciarla essiccare all’aria per farla diventare secca. Procediamo a questo punto con la nostra ricetta.

Preparazione:   Iniziamo con la produzione di nostra pasta fresca al nero di seppia. Prendiamo la macchina per pasta Vicentia Mod. MA30 Karina e mettiamo 1 KG di semola di grano duro nella vasca impastatrice. Sciogliamo il nero di seppia nel dosatore per liquido con poca acqua calda, mescoliamo per bene con la forchetta,  e una volta raggiunto un liquido totalmente nero, aggiungiamo anche le uova che abbiamo precedentemente sbattuto con l’acqua. Ricordiamo, che per un impasto granuloso di 1 kg di farina, ci servirà in tutto 350 ml di liquido., che andremo aggiungere gradualmente alla farina.  Impastiamo il tutto per 8 minuti. Dopo il tempo necessario trascorso, l’impasto si presenterà scuro, quasi nero e potremo procedere all’estrusione. Montiamo la trafila di tagliolini da 2,5 mm e trafiliamo tutto il contenuto della vasca. Consigliamo di sistemare la pasta nei nidi, sui appositi vassoi in legno con rete INOX, che ci permetteranno di conservare la pasta senza rotture.  Ora la nostra pasta è pronta e procediamo con la preparazione del condimento. Per prima cosa, prendiamo il nostro pesce spada e tritiamolo finemente al coltello, in alternativa lo possiamo anche passare al tritacene, che sarà in fine  un risultato più delicato. Mettiamo in una padella il l’alio tritato e facciamo imbiondire.  Aggiungiamo quindi il pesce spada lavorato, saliamo, pepiamo subito e lasciamo rosolare a fuoco vivace per 2 – 3 minuti. Sfumiamo poi con il vino bianco secco, aggiungiamo il prezzemolo fresco tritato e continuiamo la cottura a fuoco alto ancora per un paio di minuti. Abbassiamo  quindi la fiamma e aggiungiamo la nostra passata di pomodoro.  Proseguiamo la cottura a fuoco moderato, finché il nostro sugo non si sarà bene ristretto. A questo punto, buttiamo in acqua bollente e già salata la nostra pasta fresca al nero di seppia tipo tagliolino. Ricordiamo, che la pasta fresca nella cottura gradisce sempre un filo di olio extravergine d’oliva nell’acqua. l'olio consente alla pasta fresca oltre che a insaporirsi, di restarla più morbida e staccata durante la cottura. Arrivati a questo punto, scolimo la pasta bene al dente e condiamola con il nostro ragù di pesce spada. Quarniamo con un altro bel ciuffo di prezzemolo tritato e un ultimo filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.  e buon appetito!

:: Cuori di pasta alla San Valentino::

A cura dell'ufficio stampa della Vicentia - costruzione macchine per fare la pasta