Continuazione F.A.Q. VII.

:: Continuazione Domande e Risposte più frequenti - F.A.Q. VII.

Si può produrre la sfoglia con macchine per pasta Vicentia?

-  Con le macchine per pasta Vicentia, si può produrre la sfoglia regolabile in spessore. Abbiamo 16 cm per le macchine per pasta Mod. Ma30 KARINA, MA50 ELECTRA e MA75 SUPER COMPACT e 24cm per le tre presse superiori Mod. MB100 ACTIVA, MB200 OPTIMA e MC300 DINAMIC . La regolazione dello spessore viene data dalla vite, che unisce i due componenti. Quindi si può prevedere una sfoglia finissima , trasparente da parte a parte, con spessore di circa 0,5 mm fino a una massima espansione di 7/8 mm circa. Non è necessaria alcuna attrezzatura per tenere la sfoglia in tensione, viene semplicemente fatta accompagnare con le mani e può subito essere utilizzata nei vari modi. Per mantenerla fresca e malleabile, si può ricoprire con del cellofan.

Si possono produrre con le macchine per pasta Vicentia anche gli gnocchi di patate, il cous cous e le orecchiette, quanto costano queste trafile?

-  Sì, con le macchine per pasta Vicentia, si possono produrre tutti questi formati. Le trafile dei gnocchi di patate e delle orecchiette non sono predenti nel catalogo Turconi, perché vengono eseguite solo per noi e su nostro disegno. Il cous-cous, invece, è visibile, ma molto probabilmente, lo può avere confuso con formato dei grattini, nel catalogo ci sono tre misure di grandezza su questo formato, tenete presente però che si possono combinare fra di loro, per avere un risultato esteticamente più manuale. Il costo della trafila dei gnocchi è di 135, 00 Euro. Quella delle orecchiette invece costa 85,00 Euro e cous-cous è considerata una trafila standard (65,00 Euro).

Per evitare la compra dei seccatori, si puó seccare in una stanza con dei ventilatori?

- L’essiccatoio si può tranquillamente allestire all’interno di una stanza o in uno spazio delimitato da pareti che possono essere costruite in vari materiali. Importante in ogni caso di avere una presa d’aria di aspirazione in basso e una presa d’aria di uscita in alto. Le dimensioni di queste due possono essere intorno ai 30 cm quadri. Si possono comunque anche aumentare le dimensioni , magari facendo anche un sistema (portina) che possa andare a regolare il flusso se troppo abbondante. All’interno di questa stanza si devono mettere dei ripiani tipo rastrelliere, che possano accogliere dei telai con altezza ci 5 cm e lunghezza e profondità a piacere. Tenga presente, che una volta sistemati telai raccogli pasta in questo incastro, devono avere sopra uno spazio di circa 10 cm. Che serve sia per il migliore passaggio dell’aria , sia per permettere di battere sotto la rete in acciaio Inox un 2 – 3 volte nel corso dell’essiccazione per andare a smuovere la pasta, così che lei si possa girare e ventilare uniformemente. Queste rastrelliere possono anche essere costruite con le ruote, in maniera da caricarle di telai fuori e vicino alla macchina per evitare così spostamenti a mano. Nei telai si può asciugare la maggior parte dei formati, anche quelli di pasta lunga se fatti a nido. Nei caso dei spaghetti, se si vuole avere la forma dritta, bisogna costruire una specie di stendino, in qui mettere gli spaghetti a cavallo dei fili, tenendo conto di darli una lunghezza doppia, in previsione di spezzarli dopo in 2 parti. Una volta appesi, la forza di gravità gli farà seccare perfettamente dritti.

Per quanto riguarda la ventilazione nella stanza, sarà sufficiente avere dei comuni ventilatori a piantana da mettere ai 4 lati in maniera da creare dentro un vortice d’aria, che non deve mai colpire il maniera fissa il prodotto, ma deve creare un arieggiamento diffuso. Generalmente si consiglia do regolare i ventilatori in sequenza uno più alto del’altro (altezza da terra ) e di metterli in regolazione oscillante . Per quanto riguarda la velocità delle ventole e di conseguenza la portata di aria, bisogna tenere presente, che una buona essiccazione deve essere fatta dolcemente, nell’arco di 10 ore circa e pertanto la regolazione della velocità delle eliche sarà da valutare in base a questo principio anche a seconda della tipologia di pasta edei vari formati. La temperatura ideale nella stanza dovrebbe essere intorno ai 30°C circa, nel caso, si può integrare anche una comune stufa elettrica.

Home Page   https://www.vicentia.net - Macchina Per Pasta