vicentia macchine per pasta

:: Mangiare bene mangiare pasta fa bene

Mangiare bene mangiare pasta fa bene  : Nel contesto di mangiare sano e bene si può affermare che mangiare pasta fa bene.

La pasta fa bene per numerosi motivi in quanto ricca di nutrienti utili all'organismo. Base della dieta mediterranea, la pasta rappresenta con il pane, il riso e i vari prodotti da forno il principale apportatore di carboidrati complessi che vengono digeriti ed assimilati più lentamente rispetto ai carboidrati semplici tipici della frutta e dei dolci. Si tratta in ogni caso d’un cibo zuccherino, per cui ne deve essere moderato l’uso dai soggetti affetti da diabete e trigliceridi elevati.  Valida alternativa agli altri cibi amidacei (100 grammi di pasta =100 grammi di riso = 120 grammi di pane = 360 grammi di patate), la pasta è consigliabile in tavola almeno una volta al giorno anche nelle diete dimagranti per il modesto contenuto calorico (360 Kcal per ogni 100 grammi), quasi completamente a carico dei carboidrati, che devono coprire il 55-60% del fabbisogno calorico giornaliero. Attenzione a condimenti grassi e cotture prolungate. Un contenuto proteico seppure modesto la rende proibita agli insufficienti renali di media e grave entità. 


Infine, una parola sulla pasta integrale: come per il riso, la quantità di fibra presente rimane modesta, per qui non deve rappresentare un obbligo neanche per un trattamento della stitichezza:  è preferibile,  semmai che la pasta possa costituire un ottimo veicolo di verdure nel massimo rispetto della dieta mediterranea.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Alcune gustose ricette a basso contenuto calorico

Ricetta Pasta: MALTAGLIATI CON LE FAVE
Ingredienti: (dosi per 4 persone)
255 Kcal. a porzione

200 grammi di pasta fresca tipo maltagliati
500 grammi di fave da sgranare
60   grammi di pecorino stagionato
10   pomodorini ciliegia
20  grammi di olio extravergine d’oliva 
2     peperoncini freschi
1    spicchio d’aglio
sale, pepe nero macinato al momento

Preparazione:
Sgranate le fave, ricavate delle sottili scaglie di pecorino aiutandovi con un pelapatate, tagliate il picciolo ai pomodorini, lavateli asciugateli, infine poi tagliateli in spicchi. Riunite tutti questi ingredienti in una ciotola, aggiungete il sale, il pepe e l’olio extraverdine di oliva, mescolate e tenete da parte. Mettete sul fuoco un pentola con abbondante acqua, non appena arriva a bollore aggiungete due cucchiai di olio extravergine d’oliva, 2 spicchi d’aglio in camicia e i peperoncini mondati e tagliati a metà per il lungo. Abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per circa 10 minuti. Quindi tuffate anche la pasta e cuocetela bene al dente poi, con una schiumarola e senza buttare via l’acqua di cottura, trasferite la pasta direttamente nella ciotola con le fave e mescolate bene per distribuire il sugo uniformemente. Potete aggiungere eventualmente qualche cucchiaio d’acqua di cottura se il sugo non fosse sufficientemente cremoso. Servite ben caldo.  Auguriamo buon appetito!


Ricetta Pasta: PACCHERI RIPIENI CON MOZZARELLA DI BUFFALA E VERDURE
Ingredienti: (dosi per 4 persone)
260 Kcal. a porzione

125 grammi di mozzarella di bufala
300 grammi di fagiolini
200 grammi di pomodorini perini
50   grammi di tonno al naturale 
30  grammi di olio extravergine d’oliva 
12   paccheri (pasta fresca)
1    peperone rosso
1    limone
sale, pepe nero macinato al momento

Preparazione:
Accendete il grill del forno al 60% della potenza massima. Lavate il peperone, asciugatelo per bene, appoggiatelo su una griglia da forno ponendo sotto una teglia foderata di carta da alluminio e infornate. Lasciate ben bruciacchiare il peperone, girandolo non appena la buccia diventa scura; ci vorranno circa 15 minuti per lato. Non appena è pronto, impacchettatelo con carta da alluminio e poi con carta da giornate; il calore perso durante il raffreddamento tenderà a staccare la buccia rendendolo più facile da sbucciare. Mondate i fagiolini, tagliateli a metà per lungo poi sbollentateli per 10 minuti in acqua bollente salata, scolateli e ne tritate la metà, senza però buttare via l’acqua di cottura Intanto scottate i pomodorini per un attimo nell’acqua di cottura dove avete cotto i fagiolini, li passate sotto l’acqua fredda e li sbucciate.  Sgocciolate la mozzarella del liquido poi la sbriciolate con le mani  in una ciotola, aggiungendo il tonno, i fagiolini tritati, i pomodori sbucciati e tagliati a cubetti e mescolate con una forchetta per amalgamarne gli ingredienti. Spellate il peperone, eliminate i semi, e tritatelo a mano con aiuto di un coltellino, poi lo unite al ripieno nella ciotola e regolate di sale e di pepe. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela al dente,  farcite quindi i paccheri con il ripieno preparato. Mettete sul fondo di ogni piatto uno strato di fagiolini interi avanzati conditi con olio, succo di limone, sale e pepe e su questi appoggiate i paccheri ripieni. Auguriamo buon appetito.

 

A cura dell'ufficio stampa della Vicentia - costruzione macchine per fare la pasta