vicentia macchine per pasta

Informazioni utili per capire come preparare l'impasto per fare la pasta fresca fatta in casa

Preparato correttamente l'impasto fanno tutto le nostre macchine

Le nostre presse impastatrici sono state  studiate e progettate nei minimi particolari per garantire una robustezza meccanica perfetta, dando così la possibilità di produrre  professionalmente pasta fresca della migliore qualità artigianale. Realizzate interamente in Acciaio  INOX, affidabili, pratiche e semplici da usare, sono tutte costruite con  materiali e  lavorazioni  di alta  qualità  e  nel  rispetto delle più severe norme igieniche ed antinfortunistiche internazionali. Essendo un prodotto molto collaudato, le macchine non necessitano assolutamente di nessun tipo di manutenzione, neanche  con  un uso intenso. Basterà solo un’accurata pulizia a fine lavoro per mantenerle  perfette nel tempo, operazione  molto semplice in quanto tutte le parti sono facilmente smontabili e lavabili.

Pasta fresca di qualsiasi tipo basta cambiare la trafila

Tutti i modelli possono produrre qualsiasi tipo di pasta: lunga, corta, sfoglia o il cous - cous.  I vari   formati  si   ottengono semplicemente  cambiando  le  apposite  trafile. Questa  facile  operazione  si   può   effettuare  in ogni   momento  della  produzione, permettendo  così  di  estrudere   diversi   formati   nella quantità  desiderata. Sono disponibili nel catalogo delle trafile più di 600  tipi  di  pasta e  si possono scegliere in base ai propri gusti  i formati tradizionali o quelli più stravaganti. Con la trafila della sfoglia si può produrre pasta ripiena o lasagne. Molto spesso si usa  fare  solamente  pasta  all'uovo,  ma è  interessante anche la  pasta , fatta con acqua e semola di grano duro,  la  quale ha una  lunga conservazione e la qualità superiore rispetto alla comune pasta commerciale è molto evidente.

Consigli utili per preparare l'impasto

E’comunque possibile utilizzare qualsiasi  tipo  di farina  o semola  sia  integrale, che biologica. Aggiungendo gli ingredienti coloranti nel impasto (quali spinaci, pomodoro, nero di seppia, cacao etc.), si può ottenere pasta colorata in tutti i formati. 

Le nostre presse sono state studiate per essere utilizzate senza alcun tipo di manutenzione,   neanche nel tempo.  Tutti  i componenti  della meccanica  e del quadro elettrico, sono pezzi commerciali distribuiti in tutto il mondo. Nel caso,  nel tempo dovesse manifestarsi qualche problema, la macchina è facilmente riparabile da qualsiasi meccanico o qualsiasi elettricista.

Testiamo molte farine per tenere sotto controllo il comportamento delle nostre macchine per pasta e la qualità del prodotto finale. Abbiamo già riscontrato che alcuni accorgimenti possono portare ad un eventuale rottura della pasta. Lasciamo a disposizione alcuni piccoli consigli per eliminare questo antipatico problema.

1. farina macinata troppo grossa - spesso e volentieri sentiamo che in alcuni paesi si fatica a trovare la semola di grano duro rimacinata e si utilizza speso il semolino per sostituirla. Il semolino va benissimo, ma purtroppo essendo macinato troppo grosso - insieme ad altri fattori può dare il problema durante l’estrusione della pasta. consigliamo di provare una semola macinata più fine o se co sono possibilità, farsi rimacinere quella già utilizzata. Se il Vostro fornitore delle materie prime  è direttamente un mulino, sicuramente il problema verrà risotpo immediatamente.

2. Pasta all'uovo - un altro fattore, potrebbero essere le uova, in particolar modo il bianco d'uovo, che indurisce molto l'impasto. Per una buona pasta all'uovo bastano 4 - 5 uova, se la pasta tenderà comunque a rompersi, provate a togliere totalmente o almeno una parte maggiore del bianco d'uovo, che serve per indurire la pasta per garantire la tenuta in cottura "al dente".

3. L'impasto troppo asciutto - a volte le dosi riportate nelle istruzioni possono essere molto diverse da quelle che servono al cliente per avere una pasta perfetta. Purtroppo può dipendere da diversi fattori, come ad esempio il livello di umidità nell’aria, la percentuale di umidità presente nella farina, la grammatura della farina stessa e quindi la capacità di assorbimento, e non per ultima, l'acqua, come nel caso di un buon caffè, è altrettanto opportuno tenere d'occhio la qualità dell'acqua che va aggiunta all'impasto). Ma non vi spaventate, è tutto davvero molto semplice, alla fine sarà sufficiente tenere sotto controllo la temperatura dell’boccaglio d’estrusione per potersi dosare al meglio con l’umidità dell’impasto. E’ questo l’unico ed efficace sistema di avere la garanzia della buona pasta di qualità. Se il nostro impasto è troppo asciutto, il boccaglio d’estrusione si surriscalda, e va a scottare la nostra pasta ancora prima di essere trafilata, questo successivamente porta spesso alla rottura della pasta in cottura. Tenendo controllata la temperatura del boccaglio d’estrusione, abbiamo sempre la possibilità di aggiustare l’impasto, basta aggiungere anche una piccola dose di acqua per correggere la temperatura dell’boccaglio d'estrusione. Non ci sono particolari problemi per la pasta, tanto meno per la macchina (cè un salvamotore molto sensibile) ma i formati più delicati come rigatoni e la sfoglia,  che sono più  portati a rotture, e possono dare qualche problema.

4. Setacciare preventivamente la farina

5. Pulizia della trafile - le trafile devono essere tenute sempre in ammollo, da poter garantire un aspetto della pasta perfetto e senza difetti.

Siamo sicuri che un uno di questi piccoli accorgimenti riuscirete a trovare la soluzione della pasta sempre perfetta.

Home Page   http://www.vicentia.net - Macchina Per Pasta